Il Carnevale

Fate attenzione a come vi mascherate,
o il sole potrebbe riconoscervi,
e rubare la vostra faccia per sempre

In questo modo, con versi improvvisati, canzoni e battute si festeggia il carnevale.

Durante le tre settimane di carnevale capiterà sicuramente che vi circondi un gruppo di “maskari”, le persone che cambiano il loro volto e il corpo in modo da renderli irriconoscibili, un po’ come se veniste accerchiati da folletti che ballano intorno a voi e che vi trascinino in una danza inaspettata per la strada.
Questi gruppi girano per la strada, ma vanno anche per case e negozi per coinvolgere tutti, bevendo quello che gli viene offerto, del raki o del rakomelo e creano una piacevole confusione.

L’ultima Domenica di carnevale tutti si svegliano presto con gli occhi cerchiati di rosso dalla festa della sera precedente per preparare la festa di chiusura.
L’associazione culturale Keros si prende cura di tutto. Cibo e bevande, accensione dei fuochi. Allo stesso tempo, altri gruppi carnevaleschi si stanno preparando e verso le 11 del mattino tutti si riversano per le strade con le campane, i fischietti, i piatti e i tamburi, canti e balli, a svegliare il paese e ad invitare tutti alla festa che durerà fino le ore piccole del giorno successivo.

Tutte le famiglie contribuiscono cibi e bevande per la festa.
Tutti i gruppi carnevaleschi sono invitati.

Prossimi Eventi

Giorno di San Giorgio …

Settimana Santa …

Festival del Pescatore…

L’Assunzione della Beata Vergine Maria…

Natale – Capodanno – Epifania…

Matrimoni…